“Mario uno di noi”, pilastro de La Boca Girl C5

Le ragazze de La Boca Girl rivolgono un pensiero al Direttore Riccitelli

Mario Riccitelli è il fulcro de La Boca Girl C5. Il primo ad aver creduto in questo progetto, il primo ad averlo sostenuto e foraggiato giorno dopo giorno.

Il Direttore Generale, all’occorrenza anche vice di mister Giovanni Sessa vista la sua formazione da tecnico con tanto di patentino,è una figura amatissima nella squadra.

Ecco il pensiero di alcune ragazze che ne testimoniano l’importanza.

“Mario è per noi una presenza fondamentale nella squadra, è quello che ci ha creduto fin dall’inizio, quando eravamo soltanto tre ragazze. E’ un motivatore per noi: un mediatore, un compagno di cene e divertimento; è colui che ci segue nella parte tecnica, che ci fa ragionare quando perdiamo le staffe. Infine è la persona che è sempre pronta ad ascoltare ogni nostra lamentela: Insomma è un po’ tuttp, una figura indispensabile”

“È indispensabile per tutto, anche per consigli fuori dal campo di gioco. È per noi un secondo allenatore perfetto; colui che, insieme al mister, ti dice quello che non vorresti sentire. Ti fa vedere quello che non vuoi vedere, ti aiuta e incoraggia in ogni sbaglio che fai. Con lui la parte tecnica, tra risate e rimproveri, è sempre una pacchia”.

“Mario ci vuole bene e noi ne vogliamo a lui e ce lo ha dimostrato in questi mesi. Non ha mai saltato un’allenamento, ci ha sempre sostenuto, trovando le parole giuste nei momenti belli ma soprattutto nei momenti difficili e di sconforto. Ha anche sudato insieme a noi, sia durante gli allenamenti che in panchina durante le partite, tirando fuori la grinta e il gran cuore che lo contraddistinguono”.

“Mario,con un’esperienza pluridecennale nel settore del C5 è stato, è, e sarà il nostro punto di riferimento. Sin dal primo giorno ha scommesso su di noi e sulle nostre potenzialità, nonostante alcune giocatrici provenissero da altri sport. Grazie alla sua presenza e alla sua fiducia ci ha permesso di credere di più in noi stesse aumentando la nostra autostima e la voglia di crescere dal punto di vista tecnico-individuale, ma sopratutto come squadra! Quando in una realtà sportiva ci sono dei “pilastri” come Mario e come tutti gli altri membri (presidente, dirigenti, tecnici) credo che la nostra società, nonostante sia molto giovane, abbia tutte le carte in regola per emergere nel settore del C5″.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *